[dia•foria n°4: Notte Beat, numero speciale

Il numero di giugno di [dia•foria si trasforma in poster in occasione dell’evento Notte Beat.
Dal 22 al 26 giugno dalle ore 21.00 alle 24.00 la Galleria MAC (Maffei Arte Contemporanea) di Viareggio ospiterà una serie interventi dedicati alla Beat Generation.
Come scrive Vittore Baroni con il quale abbiamo organizzato l’evento: “Notte Beat: un’occasione per riconsiderare il fenomeno, non solo letterario, della Beat Generation da un’ottica insolita, distante dalle agiografie dei mass media come dai preconcetti della critica accademica.”
Ciascuna serata sarà caratterizzata da letture dal vivo e performance di vari ospiti, con proiezioni di rari documenti video e esposizione di preziosi volumi e riviste d’epoca, esempi di “junk art” e un modello della Dreamachine creata dal poeta Brion Gysin, una singolare opera cinetica da guardare ad occhi chiusi per sperimentare visioni caleidoscopiche.

Maffei Arte Contemporanea, Via Del Signore 3, Viareggio
dal 22 al 26 giugno 2011, ore 21.00-24.00

Interverranno:
Silvia Ancillotti, Pierfrancesco Biasetti, GianLuca Cupisti, Adolfina De Stefani & Antonello Mantovani, I Gioielli Rubati di Fernanda con la partecipazione di Giuseppe Rotondi (Cristiana Badiali, Nadia Bigi, Sara Caponera, Elena Ciabatti, Serena Del Cima, Sonia Fulignati, Danila Onano, Sara Ricci), Luigi Lazzerini, Arturo Lini, Marco Maffei, Luca Niccolai & Leonardo Palmerini, Alberto Picchi & Nicola Quiriconi, Daniele Poletti & Andrea Borghi, Teatro dei Disincanti parole e fatti non sono atti, …

Per l’occasione Vittore Baroni ha tradotto per la prima volta in italiano alcune poesie di figure meno note del movimento Beat, che saranno disponibili a breve su questo blog. Dieci di queste sono già presenti nella nuova cartilagine che potete scaricare QUI in formato pdf.

Vittore Baroni, laureato in Lingua e Letteratura Nordamericana con una tesi sulla scrittura sperimentale di William S. Burroughs, dagli anni 70 si occupa di critica musicale (Rumore), arte, mail-art e culture di rete.

Caratteristiche tecniche:
500 copie, dimensioni: 28×46 cm, stampate su carta 100 gr., tipo Ergot

The June issue of [dia•foria morphs into a poster for the Notte Beat event.
The MAC (Maffei Arte Contemporanea) Gallery in Viareggio will host a series of performances dedicated to the Beat Generation.
As Vittore Baroni, with whom we organized the event, puts it: “Notte Beat: a chance to revisit the not-only-literary phenomenon of the Beat Generation from an unusual perspective, far from the mass media hagiography as well as from the prejudices of the academic critic.”
Each evening will feature lectures, live performances of various guests, rare archival material projections, exhibitions of precious magazines and volumes from that era, “junk art” samples and a Dreamachine model, an odd kinetic device to stare at with closed eyes in order to experience kaleidoscopic visions.

Maffei Arte Contemporanea, Via Del Signore 3, Viareggio
dal 22 al 26 giugno 2011, ore 21.00-24.00

Guests:
Silvia Ancillotti, Pierfrancesco Biasetti, GianLuca Cupisti, Adolfina De Stefani & Antonello Mantovani, I Gioielli Rubati di Fernanda con la partecipazione di Giuseppe Rotondi (Cristiana Badiali, Nadia Bigi, Sara Caponera, Elena Ciabatti, Serena Del Cima, Sonia Fulignati, Danila Onano, Sara Ricci), Luigi Lazzerini, Arturo Lini, Marco Maffei, Luca Niccolai & Leonardo Palmerini, Alberto Picchi & Nicola Quiriconi, Daniele Poletti & Andrea Borghi, Teatro dei Disincanti parole e fatti non sono atti, …

For the occasion Vittore Baroni has translated for the first time in italian some works of the lesser known poets of the Beat movement which will be soon available on this blog. Ten of them are already inside the new diaforia cartilage that you may donwload HERE as a pdf file.

Vittore Baroni, graduated in English and North American Literature with a thesis on William S. Burroughs’ experimental writing, has been dealing with musical critic (Rumore, an italian magazine), art, mail-art and web cultures since the 70’s.

Technical info:
500 copies, dimensions: 28x46cm, printed on 100 gr. Ergot paper


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *